spandati


Che fatica! Ma finalmente siamo in Mongolia…
11 agosto 2009, 15:31
Filed under: 1

Sveglia prestissimo per essere i primi della fila all’apertura della frontiera russa ma 6 team inglesi che hanno viaggiato di notte ci hanno anticipato. Poco male. Seguiremo loro così non dobbiamo scoprire noi qual’è la trafila della burocrazia doganale. Alle 13 arriviamo dal lato mongolo, finalmente. Ma e’ solo l’inizio di lunghe ore di travaglio. Dopo un’ora di pratiche con esito positivo ci fanno infatti accomodare dentro un recinto dove troviamo altre circa 30 auto del Mongol Rally che attendono il via libera. I ritardi di cui avevamo avuto minaccia via mail dall’organizzazione son purtroppo veri. E la causa e’ il solito scaricabarili per il pagamento delle tasse d’importazione dei veicoli che a noi non spettano ma di cui neppure governo mongolo o agenzia inglese vogliono farsi carico. La situazione e’ paradossale: c’e’ gente in attesa dal giorno prima che si e’ accampata con la tenda in frontiera senza poter uscire. Fortunatamente ci e’ concesso l’uso della vergognosa toilette dei camionisti! Gli inglesi organizzano partite di rugby e cricket. Alcuni ne approfittano per dormire o sistemare l’auto. Siamo gli unici italiani.

14-mongol

follia alla frontiera Mongola

Alle 20, quando anche noi ci eravamo attrezzati per passare una fredda notte in territorio neutro, arriva la notizia che tutti aspettiamo: tutto e’ sistemato e possiamo fare il nostro ingresso in territorio mongolo. Non prima che gli ufficiali, che poco prima ci evitavano, abbiano scattato la foto ricordo di ogni singola auto!

Con i MongolPassengers che nel frattempo ci hanno raggiunto percorriamo i primi km di strada sterrata (allora e’ vero che in Mongolia non c’e’ praticamente strada asfaltata…!) e, siccome sta facendo buio, troviamo un posto per piantare le tende vicino ad alcune gher (tende circolari tipiche delle popolazioni nomadi locali) a cui chiediamo il permesso. Questi accettano e anzi ci invitano in casa loro a bere il latte di yak e i formaggi di capra che hanno preparato. Poi vengono ad assistere ai nostri preparativi per la notte con tutta la famiglia, dalla nonna ai nipotini che impazziscono per le foto e i regali che facciamo loro. In cambio loro ci fanno cavalcare i loro cavalli e giocare con il lupetto che stanno addomesticando (a fatica). Il nostro accampamento diventa così una piazza a cui accorrono divertiti anche dalle gher vicine! Poi quando il buio si fa serio cosí come il freddo, loro tornano al caldo e noi andiamo a rintanarci nelle tende. La notte sarà decisamente ventosa e fredda (siamo sempre oltre i 2000m) e ci riserverà anche un forte temporale cui le tende resistono fortunatamente bene.

15-mongol

la valle dei nostri ospiti

 

le nostre vicine di Gher

le nostre vicine di Gher

...e i loro bambini

...e i loro bambini

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: