spandati


In Turkmenistan
31 luglio 2009, 13:04
Filed under: 1

Dopo 4 giorni bellissimi in Iran passiamo il confine con il Turkmenistan, non senza aver prima espletato pratiche doganali infinite e piuttosto onerose insieme al team di Parma che avevamo già incontrato alla precedente frontiera con cui decidiamo di trascorrere i prossimi giorni.

segnale stradale in Farsi sulle strade Iraniane verso il Turkmenistan

segnale stradale in Farsi sulle strade Iraniane verso il Turkmenistan

Quindi scendiamo dalle montagne e dopo soli 20 km troviamo Ashgabat, la capitale turkmena, una vera e propria capitale nel deserto, interamente rifatta dopo il terremoto del ’48 grazie anche agli ingenti proventi di gas e petrolio; molto lussuosa anche se pacchiana Ashgabat è una sorta di Las Vegas disseminata di lussuosi grandi alberghi bianchi e piena di monumenti al Turkmenbashi Niyazov, il “padre dei Turkmeni” che ha dato loro l’indipendenza.

Abbiamo parcheggiato la Poderosa che deve riposare almeno mezza giornata come noi che, dopo aver preso una camera, ci concediamo una doccia (e il lavaggio di qualche maglietta) prima di partire a visitare il centro entro le 23, ora del coprifuoco…

provviste al Tekke Bazaar

provviste al Tekke Bazaar

Cena dal menu particolare con cervella e montone che la fanno da padroni e colazione quasi normale l’indomani. Quindi visita allo spettacolare Bazaar di Tolkuchka di sabato mattina, probabilmente il momento in cui le attività son più ferventi, posto a circa 8km a nord di Ashgabat. In questa sorta di enorme mercato non fisso posto all’inizio del deserto possiamo finalmente cominciare a vedere il vero Turkmenistan, quello delle centinaia di donne che contrattano e vendono qualsiasi cosa nelle loro bancarelle improvvisate, ben diverso dalla “città bianca” che abbiamo potuto vedere ieri. Ci colpiscono soprattutto i vestiti delle donne, tuniche molto colorate e copricapi, che danno una visione d’assieme molto bella. Sono anche molto disponibili a comunicare con noi per sapere chi siamo, e oneste nel farsi pagare dando i resti corretti tra dollari e vecchi o nuovi manat, cosa che non ci è sempre capitata.

constrasti Turkmeni ad Ashgabat

constrasti Turkmeni ad Ashgabat

3b-ashgabat

al Bazaar di Tolkuchka fuori dalla capitale

Verso mezzogiorno ci mettiamo sulla strada verso Mary prima e Turkmenabat poi, costeggiando il deserto del Karakum verso l’Uzbekistan, strada lungo la quale incontriamo molti equipaggi diretti in Mongolia, una decina in tutto, che ritroveremo probabilmente domani alla frontiera..

La prima parte è molto brutta, piena di buche e deviazioni, un vero Rally! Ci impieghiamo 6 ore invece delle 3 e mezza segnalate dalla guida. Da Mary in poi invece l’asfalto è quasi impeccabile e il panorama fantastico. Si viaggia infatti su una lingua di asfalto nuovo immersa nel deserto, tra dune e cammelli, bassi cespugli verdi e cavalli, bancarelle di frutta e capre, piantagioni di cotone e mandrie di mucche.

guidando una carovana di mongol-rallysti con gli italiani MongolPassengers in primo piano

guidando una carovana di mongol-rallysti con gli italiani MongolPassengers in primo piano

Arriviamo a Turkmenabat piuttosto tardi e ci affrettiamo a trovare un posto sicuro per la notte. Cosa non facile perchè qua non è possibile rimanere in strada con le tende (il rischio è più per l’esercito locale che spadroneggia..) e gli alberghi son pochi e molto cari, una sorta di cartello. Alla fine troviamo giusto in tempo per il coprifuoco (le 23) una sistemazione molto buona ed economicamente abbastanza onesta, anche se da standard europeo più che turkmeno. Domattina arriveremo in Uzbekistan sperando di non impiegarci troppo tempo, anche perchè ci saranno molti altri team che oggi abbiamo incontrato per strada..

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: